Knn Italian Journal n. 7

Dopo una lunga pausa Komorebi ni nureru Italian Journal esce con un numero doppio, solo in versione digitale e gratuita, una selezione di venti haiku tratti dalla pubblicazione “Gli haiku del corpo” di Germano Innocenti tradotti in inglese da Matteo Curtoni. Le fotografie all’interno sono di Annalisa Marino. After a long pause, Komorebi ni nureru Italian Journal presents a double issue, only in digital […]

Vota:

Post fata resurgam

Post fata resurgam fammi stare nella tua linguaora che il silenzio sussurrale sue grida e mentelasciando al tuo nome tuttolo spazio di memoria.questo è il deserto di formeche mi spaura — la cattiveriasepolta nella bontà del guruil pianto indelicato di chi muorementre Cristo non risorgee i prati sono campi sterminatidi croci mosse dal vento.c’è un […]

Vota:

La piccola volpe che ero

tengo stretta al grembola piccola volpe che ero:le orecchie drittei denti aguzziil muso puntuto che saggia l’ariae la lunga coda rossauna carezza al grano di primavera.ho sempre con me i suoi occhi vispi— addormentati tra le mani —una fiammella che s’accende improvvisaquando scopre il passero del perduto amoreancora cinguettante sul ramo dei ricordi. 11, gennaio […]

Vota:

Etra notturna- suite in haiku

abbandonarsi…è nel cielo d’agostol’ultimo sguardo * tutto un fermentosoffuso d’incantesimi…l’etra notturna * chiari notturni…il gracidìo invisibile di mille ranocchie * perseidi cadonodentro i tuoi occhi stellecosì lucenti * conca di lunasugli embrici invecchiatiguazza di stelle * erbe infestantiper gli occhi dello sciocco…all’alba nènuphar * brilla una stella tra mani di bambina — lucciola lucciola * […]

Vota:

Haikugrafia

Haikugrafia – Roberta Placida Ci sono libri che nascono dalle emozioni, parole che scaturiscono in momenti particolarissimi della nostra vita e scandiscono i giorni della solitudine, del ritiro in sé stessi, del contatto intimo con la natura. Ci sono libri che sono segnalibri di un evento che ha inciso profondamente la lingua del vivere, che […]

Vota:

La foresta dei violini

suonavi il tuo violino come ti avevo chiesto – desiderio di bimba esaudito per gioco … tu non lo sai amore ma avrei voluto dirti della neve che cade sui grandi abeti rossi là nella Val di Fiemme dove passeggia ancora ____malinconicamente il fantasma infelice del vecchio Stradivari, di quei monti selvaggi che furono vulcani […]

Vota: