Haibun di primavera

Il vento africo tiene in pugno il crepuscolo con raffiche furiose. Le sue dita passano tra i fili d’erba tenera piegandoli in setose onde verdeggianti. La mimosa s’inchina al freddo, i suoi piccoli soli spargono l’ultima essenza alle stelle. giaggioli porpora —dondolano le anterecolme di pollini Le prime rose si stringono in boccioli d’inchiostro. La […]

Vota:

Domani

domaninon saremo nientenon resterà più nulladi noi scompariremocome le nuvolein pioggia sottileattraverseremo la terra da polo a polocome la luce il cristallo saremo un prisma arcobaleno ponte astrale verso un altro mondo niente saremofelici di quel vuotoche abbiamo inseguitocredendolo matrice di parolasaremo letto di promesseper il fiore del domaniuna preghiera antica covata tra i senidi […]

Vota:

Il poeta è un corpo sonoro

Dopo mesi di reclusione forzata e innumerevoli libri non stampati, non presentati, reading annullati, incontri con i poeti inesistenti o relegati in una cornice filtrata da un asettico schermo, anche il corpo del poeta è finito nella rete! Qualcuno storcerà il naso all’idea di sentirsi intrappolato in un cavo, di non avere più presenza fisica […]

Vota:

Non crederesti mai che le poesie…

non crederesti mai che le poesiecamminano tra la genteescono dalle case, dalle librerie impolveratesi nascondono nelle tasche dei passantidentro le mani foderate di guantisalgono sull’autobus, sul tram, in equilibrioalla prima curva potrebbero scivolare viadal finestrino fin su la lingua di quel bambinoe poi più su… su su su sulle ali degli aeroplanifanno capolino dai finestrini […]

Vota:

Notte interminabile

Non ho montagne da raccontarti néamori sporchi di nevi perenni.Tengo una piccola fiamma nel palmodelle mani, una culla frementemai paga di ardere l’inestinguibile.L’adagio bohème dello stellatoe un prato di melodie notturnedisfano l’orma insonne del creato.Tu pensi a lei e scacci ogni parola.E la notte diventa interminabile. nanita, 02 agosto 2020

Vota:

Polvere d’oro

a Michela Zanarella Ho sognato la curva dello stelopiegarsi al limite della foglia perun sussurro di dolcezza — qualcosache non può venir toccato da nullache non sia sopravvivenza pura.Tu sai i sepali essere ali d’angelo, efibrillare di antere scintillïidi sogno… ah l’oro dell’imponderabile, l’oro di ciò che — senza nome — viene areclamare presenza e […]

Vota:

Post fata resurgam

Post fata resurgam fammi stare nella tua linguaora che il silenzio sussurrale sue grida e mentelasciando al tuo nome tuttolo spazio di memoria.questo è il deserto di formeche mi spaura — la cattiveriasepolta nella bontà del guruil pianto indelicato di chi muorementre Cristo non risorgee i prati sono campi sterminatidi croci mosse dal vento.c’è un […]

Vota: