Notte interminabile

Non ho montagne da raccontarti néamori sporchi di nevi perenni.Tengo una piccola fiamma nel palmodelle mani, una culla frementemai paga di ardere l’inestinguibile.L’adagio bohème dello stellatoe un prato di melodie notturnedisfano l’orma insonne del creato.Tu pensi a lei e scacci ogni parola.E la notte diventa interminabile. nanita, 02 agosto 2020

Pubblicità

Vota:

La piccola volpe che ero

tengo stretta al grembola piccola volpe che ero:le orecchie drittei denti aguzziil muso puntuto che saggia l’ariae la lunga coda rossauna carezza al grano di primavera.ho sempre con me i suoi occhi vispi— addormentati tra le mani —una fiammella che s’accende improvvisaquando scopre il passero del perduto amoreancora cinguettante sul ramo dei ricordi. 11, gennaio […]

Vota:

Suite della solitudine

dove sei neve?questo tutto che parlaancor più dal silenzio ※ essere nulla l’oscura intensità di questo immenso cielo ※ squarcia l’azzurro uno strascico di nuvole il tuo timido sorriso ※ il tuo silenzio — imbianca all’improvviso un ciuffo di capelli ※ grani di sabbia — le piccole ferite inflitte per orgoglio ※ vano anche il […]

Vota:

Cuore di giada

vive una pietra grezza in questo specchio d’acqua: è un cuore di giada, voce verde sonora di risate e di pianti. era una donna e adesso sta tornando bambina con i sogni incrinati tenuti stretti come raro fiore d’aprile ancora chiuso in boccio. cresce dagli occhi grandi neri: due gocce d’acqua lacustre, scavate qui nel […]

Vota: