La foresta dei violini

C_2_fotogallery_3088043_11_image

Fotografia di Federico Modica

suonavi il tuo violino
come ti avevo chiesto
– desiderio di bimba
esaudito per gioco …
tu non lo sai amore
ma avrei voluto dirti
della neve che cade
sui grandi abeti rossi

là nella Val di Fiemme
dove passeggia ancora
____malinconicamente
il fantasma infelice
del vecchio Stradivari,
di quei monti selvaggi
che furono vulcani
_____chissà in quali ere

forse non ti eri accorto
di come si sciogliesse
la neve del mio inverno
_____a tutte le tue note
di come si fermasse
in quella stanza il tempo.
__e ora scivola candida
ci copre lentamente:

è un bianco che cancella
il mio e il tuo sorriso…
come un sudario scende
______sulle valli straziate
dal vento dell’oblìo
sulle corde toccate
__________dalla felicità.
no, non ci aspettavamo

che fosse così bello
e adesso fa più male
adesso che desidero
anch’io dimenticare
____tutti i violini muti
della nostra foresta
senza più suoni senza
più canti tra i tronchi

abbattuti dal vento,
_____tra nuvole cariche
d’un pianto trattenuto
di petali di neve
che ancora scende, bianca
____su tutte le parole
che non sappiamo dire
che non diciamo più.

28/11/2018 [inedito]

nanita

Annunci

Un pensiero su “La foresta dei violini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...