Ophelia

Ophelia guardava
quei gigli nell’acqua e

                -fragile lei-
li voleva sfiorare…

                  Cadevano petali
dagli occhi di pianto

                     (e solo la Luna
poteva ascoltare)

                 cadevano stelle
dal cielo ormai spento,

                      di Ophelia
era il canto

il suo canto d’amore.
Ophelia guardava

i suoi fiori nell’acqua
e l’acqua i suoi fiori

voleva rubare…
Ophelia

-dal corpo di giunco-
dormiva… Ophelia

                         dei gigli
rubasti il chiarore…

(Valentina Meloni)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...