“Siamo diventate donne senza dolore”

Oltre al Mango della vergogna in India esistono anche alberi protettori! Un bell’articolo ripreso e pubblicato da “Io donna -magazine Corsera”del 30 maggio 2004

laboratorio donnae

Foto di Alice Pavesi Fiori per Io donnaL’articolo che segue, ripreso dal sito della Libreria delle donne di Milano, è pubblicato su Io Donna – magazine Corsera del 30 maggio 2014.

La ragazza che comanda i Masai con libri e matite

di Emanuela Zuccalà 

Il grande albero protettore delle sue notti di paura sta ancora lì, a presidiare i sentieri della sua infanzia. Nice l’osserva con antica gratitudine, forse pensando che sia l’unico personaggio rimasto inerte in questa savana ventosa nel sud del Kenya, sorvegliata dal Kilimanjaro che appare e scompare dietro la corsa delle nuvole. Per spiegarci la rivoluzione che dal villaggio Masai di Nomayianat sta investendo l’intera area, Nice torna indietro di 15 anni, quando lei era una piccola orfana che sgattaiolava fuori da casa dello zio per scomparire sotto l’acacia, in attesa che l’aurora facesse dimenticare la sua assenza nel conteggio delle bimbe da “tagliare”.

Per due volte s’è sottratta così all’emuatare, il sanguinoso…

View original post 780 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...